Paulbranca.info

Paulbranca.info

Repository git scaricare

Posted on Author Zolonos Posted in Rete

  1. Mini Guida a GIT
  2. Download da Git
  3. .5 Basi di Git - Lavorare coi server remote
  4. Clonare un repository

Il secondo clona un repository Git esistente, su un altro server. un directory "grit ", dentro di questa inizializza una paulbranca.info, scarica tutti i dati del repository. Quando cloni un repository, viene aggiunto automaticamente un repository remoto chiamato origin. In questo modo git fetch origin scarica le modifiche che sono. Scarica git per Windows git clone [email protected]:/percorso/del/repository la tua copia locale del repository è composta da tre "alberi" mantenuti da git. Siamo finalmente pronti per creare il nostro primo progetto usando Git. Git ci permette di scaricare un repository esistente da un server e cominciare subito a.

Nome: repository git scaricare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 50.37 MB

Per lavorare con GIT dobbiamo creare un area di lavoro , un progetto, ovvero un ambiente in cui vivano le versioni dei nostri file. Abbiamo a disposizione due modalità per creare un progetto con Git:. Creare un nuovo progetto Git significa trasformare la directory che ospita il nostro codice in un repository per il versioning. Nel gergo di Git questa operazione si chiama import e si svolge piuttosto semplicemente.

Una volta inizializzato il progetto con git init , troviamo nella nostra directory una sottodirectory già popolata chiamata. Siamo pronti per effettuare il primo commit a testimonianza del lancio del progetto corrente. Come anticipato, la sottodirectory.

Una volta aperto un account, sarà possibile caricare progetti e lavori da condividere con gli altri utenti; spulciare nelle varie repository alla ricerca di un progetto interessante con il quale collaborare o dal quale prendere spunto; entrare in contatto con altre persone e condividere con loro progetti, idee e sogni.

Per capire cosa sia GitHub e come funzioni, sarà necessario capire innanzitutto cos'è Git, cuore pulsante della piattaforma web. Venne creato da Torvalds e dai suoi collaboratori nel corso dello sviluppo del kernel Linux: nel caso in cui qualche aggiornamento non avesse dato gli effetti sperati, si poteva sempre tornare indietro e recuperare la versione funzionante senza troppi problemi.

In GitHub questi concetti e queste pratiche sono state portate all'estremo, applicandole su un campione molto più ampio e in ambiti più disparati. Grazie a Git, gli utenti della piattaforma social creata da Tom Preston-Werner, Chris Wanstrath e PJ Hyett potranno lavorare contemporaneamente sulla medesima versione dello stesso progetto senza timore di apportare modifiche sostanziali. Arrivato alla soglia dei cinque anni di vita, GitHub è diventato un immenso mare magnum con oltre 10 milioni di progetti.

Ci sonoalcuni comandi indispensabili per poter sfruttare a pieno le capacità e le funzionalità della piattaforma. Per facilitare la vita ai propri utenti e agli sviluppatori in genere, GitHub ha recentemente rilasciato una nuova funzionalità che dovrebbe consentire di automatizzare alcune delle operazioni che vengono compiute con maggior frequenza sulla piattaforma.

Chiamate Actions Azioni, in italiano , sono state definite da alcuni analisti di settore come una sorta di If This Than That della programmazione. Ma, esattamente, cosa sono le Actions di GitHub? Qualche esempio?

Con le azioni Github si potrà impostare un allarme automatico ogni qualvolta un utente dovesse rilasciare un commento all'interno della nostra repository di codice. Oppure è possibile automatizzare la "costruzione" di software e il loro rilascio pubblico ogni volta che viene aggiunto un nuovo pacchetto al repository.

In questo modo non ci si dovrà preoccupare di comporre i vari "pezzettini" de puzzle alla fine dello sviluppo, ma saranno le stesse azioni della piattaforma a occuparsene in maniera automatica.

Mini Guida a GIT

Prima di tutto ci sarà bisogno di creare un account su GitHub. Non si tratta di un'azione particolarmente complessa: come in ogni altro social network si dovrà inserire il proprio nome utente, i propri dati e scegliere una password. Poco più complesso, invece, il settaggio del software Git. Dopo aver scaricato l' ultima versione per il proprio sistema operativo — disponibile per Windows, OS X e Linux — ci sarà da impostare nome utente e indirizzo di posta elettronica.

La scelta del nome utente non richiede particolari accorgimenti.

Potrà essere il nome reale, un nickname o qualsiasi altra cosa: Git non farà caso alla scelta e servirà solo per l'attribuzione dei "meriti" dei vari progetti pubblicati sulla piattaforma online. Per far questo gli utenti Windows dovranno aprire l'applicazione Git Bash appena installata, mentre gli utenti Mac potranno utilizzare il Terminale di sistema. Dalla riga di comando della finestra inserire la stringa:.

L'indirizzo di posta elettronica, invece, dovrà essere lo stesso utilizzato in fase di registrazione. In tal caso il comando da dare sarà:. Per evitare di inserire il nome utente e la password dell'account GitHub ogniqualvolta che si lancia Git, basta utilizzare il credential helper incluso in Git dalla versione 1.

Che cos'è e come funziona GitHub. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo. FASTWEB raccoglie automaticamente alcune informazioni, in particolare verrà registrato il tuo indirizzo IP, il giorno e l'ora in cui hai sottoscritto la nostra Newsletter. Browse by Genre Available eBooks Nicola Grassotto , -- at Programmatore Java.

Massimo B. No Downloads. Views Total views. Actions Shares. Embeds 0 No embeds.

Download da Git

No notes for slide. Introduzione a Git ITA - 1. Valerio Radice valerio. Controllo di versione Cos'è e come usarlo 1. Che tipi di VCS esistono? Quanto costano? Servono computer superpotenti? Progetti per singoli o progetti condivisi?

.5 Basi di Git - Lavorare coi server remote

Ogni volta che modifichi un file lo stato del tuo progetto in Git verrà aggiornato. Git fondamentalmente fa un'immagine di tutti i file in quel momento, salvando un riferimento allo snapshot. Per essere efficiente, se alcuni file non sono cambiati, Git non li risalva, ma crea semplicemente un collegamento al file precedente già salvato.

Questo meccaniscmo che garantisce facilità nel recupero della storia dai client che utilizzano il progetto in caso di guasti al server principale.

Ogni cambiamento effettuato al contenuto del file è soggetto al cntrollo di Git. Git usa l'algoritmo SHA-1 a caratteri. In Git i file possono trovarsi in 3 stati differenti: - modified - staged - committed I file all'interno di un progeto possono essere tracked o untracked Configurazione e uso Come configurare il proprio GIT 3.

Esse possono essere: - di sistema se si usa il parametro --system varranno per tutti gli utenti e tutti i repository - per utente se si usa il parametro --global varranno solo per l'utente in uso e per tutti i suoi repository - per repository se non si usa alcun parametro, varranno solo per il repository corrente.

Infatti, se si danneggiasse il disco del tuo server, potresti usare qualsiasi clone di qualsiasi client per ripristinare il server allo stato in cui era quando è stato clonato. Tali file possono essere ad esempio i file temporanei del tuo sistema operativo o file generati dalla compilazione del progetto che quindi si potranno nuovamente rigenerare in futuro o altro ancora.

Per generare facilmente un file. GIT DIFF 20 Per vedere cosa hai modificato, ma non ancora nello stage, digita git diff senza altri argomenti, questo comando confronta cosa c'è nella tua directory di lavoro con quello che c'è nella tua area di stage. Se vuoi vedere cosa c'è nello stage e che farà parte della prossima commit, puoi usare git diff --cached oppure git diff -- staged.

È importante notare che git diff di per sè non visualizza tutte le modifiche fatte dall'ultima commit, ma solo quelle che non sono ancora in stage.

Ogni volta che fai una commit, stai salvando un'istantanea snapshot del tuo progetto che puoi ripristinare o confrontare in seguito. Configurazione remota Configurare un repository remoto 4.

Clonare un repository

Fallirà se la tua versione non sarà l'ultima, in tal caso dovrai scaricare e unire il contenuto remoto col tuo e poi caricarlo. GIT TAG 29 GIT permette di contrassegnare con etichette semplici o annotate punti specifici della cronologia es: rilascio di versione Il comando git tag con i relativi parametri -l, -a, -m, -s, -d permette di elencare tutte le tag presenti, crearla firmarla con chiave privata GPG e cancellarle.

Branch Padroneggiare le branch 5. Il nome del ramo principale in Git è master. Quando inizi a fare dei commit stai spostando il ramo master facendolo puntare all'ultimo commit che hai eseguito.

Ogni volta che invierai un commit, lui si sposterà in avanti automaticamente. GIT BRANCH 37 Dopo aver modificato un file in una nuova branch ed aver committato il tutto il progetto seguirà due filoni: il master non aggiornato e la nuova branch aggiornata Da questo momento il mio progetto avrà due strade parallele.

Sarà necessario unificare i due percorsi e risolvere gli eventuali conflitti. Il merge crea automaticamente un commit Rimuovo la branch hotfix e continuo sulla branch is53 Git automaticamente identifica il miglior progenitore comune su cui basare la fusione dei rami. Invece di muovere il puntatore del ramo in avanti come prima FF , Git crea una nuova istantanea che risulta da questa fusione e automaticamente crea un nuovo commit che punta ad essa.

Questo si chiama commit di fusione ed è speciale perché ha più di un genitore; elimino alla file la brach iss53 non mi servirà più. GIT WORKFLOW Rami a lunga durata 45 Puoi avere molti rami che sono sempre aperti e che puoi usare per differenti fasi del tuo ciclo di sviluppo; puoi fare fusioni regolarmente e frequentemente da alcune di esse in altre.


Articoli popolari: